Home  >  News  >  Eventi  >  Eventi  >  PRESENTAZIONE DEL LIBRO UN TEATRO IN PALESTINA L’ESPERIENZA DI ASTRAGALI TEATRO NEI TERRITORI OCCUPATI.
Lunedì, 04 Marzo 2013 14:13

PRESENTAZIONE DEL LIBRO UN TEATRO IN PALESTINA L’ESPERIENZA DI ASTRAGALI TEATRO NEI TERRITORI OCCUPATI.

PRESENTAZIONE DEL LIBRO

UN TEATRO IN PALESTINA

L’ESPERIENZA DI ASTRAGALI TEATRO NEI TERRITORI OCCUPATI.

Proiezione del video - Roads and desire, theatre overcomes frontiers

Mercoledì 6 Marzo 2013 ore 18:00

Sala consiliare – Oppido Lucano

 

Si terrà Mercoledì 6 marzo alle ore 18:00 presso la Sala consiliare del Comune di Oppido Lucano la presentazione del libro: Un teatro in Palestina, l’esperienza di Astràgali Teatro nei territori occupati e la proiezione del video dal titolo: Roads and desire, theatre overcomes frontiers.

All’iniziativa, realizzata in collaborazione con il Comune di Oppido Lucano, interverranno: Antonietta Fidanza, Sindaco di Oppido Lucano, Fabio Tolledi, regista e direttore artistico di Astràgali Teatro e curatore del volume, Antonio De Rosa e Mimmo Sammartino, scrittore e giornalista.

La presentazione del libro, dichiara il Sindaco Fidanza, rappresenta per l’intera comunità l’occasione per riflettere, attraverso l’esperienza della Compagnia nei territori del Mediterraneo, sulla questione palestinese. Una realtà complessa e sofferente da più di cinquant’anni ma nello stesso tempo, come emerge dagli appunti di viaggio di Astragali, umanissima e piena di gioia di vivere.

Di recente uscita per i tipi di Astràgali Edizioni e primo volume della collana Atletica, Un teatro in Palestina è dedicato all’esperienza vissuta da Astràgali nel 2010 nei Territori Occupati in occasione del Progetto Roads and desire, theatre overcomes frontiers.

Il volume restituisce una parte significativa dei materiali prodotti dal gruppo di lavoro impegnato nella ricerca azione e dei diari di lavoro delle attrici e degli attori della compagnia, sottolineando già in questo modo una particolarissima e rara pratica di lavoro.

Cosa sono le pratiche culturali in un territorio che vive da più di cinquant’anni un’occupazione militare ed un costante esproprio delle proprie terre? Come pensare un intervento culturale in un contesto stravolto da uno straordinario processo di colonizzazione e pulizia etnica? Sono queste alcune delle domande da cui si dipanano i numerosi interventi presenti, e da cui ha preso origine il progetto e la concreta esperienza del lavoro teatrale.

È proprio nella vita umanissima del teatro, e nell’incontro con le donne e gli uomini dei villaggi palestinesi, che si snoda la parte centrale dell’esperienza, conclusasi poi a Lecce, nel settembre del 2010, con un particolare allestimento di Lysistrata, primo studio sull’oscenità del potere, al Teatro Romano, dove erano presenti attrici e attori palestinesi. Proprio nel teatro si comprende pienamente come “la pratica culturale divenga una forma di resistenza, un elemento cruciale di rivendicazione e di affermazione di un diritto di esistenza per donne e uomini altrimenti condannati alla sparizione”.

 

Il Sindaco di Oppido Lucano

Antonietta Fidanza

Letto 5332 volte