Stampa questa pagina
Mercoledì, 31 Dicembre 2014 14:39

I MOSAICI DELLE VILLE RUSTICHE DI OPPIDO LUCANO

I MOSAICI DELLE VILLE RUSTICHE

DI OPPIDO LUCANO

3 Gennaio 2015 Ore 18:30

Cineteatro Obadiah – Oppido Lucano

 

Si terrà sabato 3 Gennaio 2015 alle ore 18.30 presso il Cineteatro Obadiah il convegno: I mosaici delle ville rustiche di Oppido Lucano, promosso dal Comune di Oppido Lucano nell’ambito degli Eventi Natale 2014.

Con le Ville romane di Masseria Ciccotti (I sec. a.C. – III sec. d.C.) e S. Gilio (I sec. a.C. – VII sec. d.C.), riconosciuto quale sito di interesse internazionale dal “World Monument Fund” di New York ed inserito nella “Watch List”, Oppido Lucano rientra a pieno titolo tra le eccellenze archeologiche, storiche e paesaggistiche dell’Alto Bradano premiate a Potenza nel 2012.

Il prestigioso riconoscimento di “Meraviglia Italiana” concorre alla promozione, tutela e valorizzazione del nostro territorio. Oppido Lucano, con il suo patrimonio archeologico, storico, artistico e culturale, si pone quale punto di riferimento per l’intera area, attraverso azioni di promozione e marketing territoriale che tendono ad un maggiore sviluppo del turismo nella nostra regione.

Il sito archeologico di Masseria Ciccotti è stato interessato da campagne di scavo italo-canadesi con il Prof. Maurizio Gualtieri dell’Università di Perugia e con la Prof.ssa Helena Fracchia dell’Università di Alberta (Canada), che negli anni ’90 hanno riportato alla luce pregevoli reperti tra i quali il mosaico delle “Quattro Stagioni” che con dei capitelli in pietra calcare, sono tutt’oggi custoditi nel museo archeologico di Muro Lucano. Nel 2014, a partire dal 21 giugno fino all’11 luglio, dopo circa 15 anni, il territorio di Oppido Lucano è ritornato ad essere protagonista della scena archeologia internazionale, con l’avvio di una “Field School” che ha visto coinvolti 22 studenti canadesi dell’Università di Alberta. Il progetto, realizzato in collaborazione e con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Oppido Lucano e sotto la guida scientifica dei professori Maurizio Gualtieri ed Helena Fracchia, ha, attraverso un’attività di indagine geofisica del territorio coinvolto, documentato nuove strutture della cosiddetta pars rustica e messo in sicurezza ciò che era già emerso in precedenti campagne di scavo. Interessata anche da progetti scientifici internazionali finalizzati alla conoscenza del modello insediativo diffuso sul territorio, la villa si qualifica testimonianza di importanti momenti storici e custode di un immenso patrimonio archeologico

L’Amministrazione Comunale di Oppido Lucano promuoverà i siti archeologici presenti sul proprio territorio attraverso iniziative culturali che possano sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni preposte ad una sempre maggiore attenzione con l’obiettivo di mettere in sicurezza quanto già riportato alla luce, e far emergere quanto individuato attraverso la georeferenziazione degli ultimi anni. Infine, realizzare un progetto culturale che metta a sistema l’intera area dell’Alto Bradano interessata da insediamenti romani, e possa ricostruire il paesaggio agrario antico per essere visitato e vissuto secondo usi e costumi di epoca romana, sul modello delle fattorie didattiche.

Interverranno al convegno: il Sindaco di Oppido Lucano Antonietta Fidanza, l’Assessore Michele Lioi, il Prof. Francesco Saverio Lioi.

Il Sindaco di Oppido Lucano

Antonietta Fidanza

Letto 2856 volte