Stampa questa pagina
Giovedì, 04 Luglio 2013 14:03

OPPIDO LUCANO COMUNE RICICLONE 2013 - PREMIAZIONE

ALTO BRADANO RICICLONE.

RICONOSCIMENTO COMUNI RICICLONI 2013 LEGAMBIENTE

 

L8 luglio 2013 è stato il giorno della rivincita lucana in materia di rifiuti. Infatti, nellambito della storica rassegna annuale organizzata da LEGAMBIENTE che premia i Comuni RICICLONI di tutta Italia, sono stati 6 i Comuni lucani premiati di cui 6 appartenenti al territorio dellAlto Bradano.

Oppido Lucano, Banzi, Genzano di Lucania, Palazzo San Gervasio, Montemilone e Forenza, questi i nomi dei Comuni altobradanici premiati, che hanno permesso alla Basilicata di essere ben rappresentata allinterno della kermesse romana di LEGAMBIENTE.

Esprimo un profondo ringraziamento ai miei concittadini perché il riconoscimento ad Oppido è il risultato soprattutto dellimpegno e del loro comportamento responsabile e coerente nelleffettuare la raccolta differenziata. Un dato significativo che non rappresenta un punto di arrivo ma che ci invoglia a fare sempre meglio per rendere sempre più efficiente il sistema.

Con percentuali di raccolta differenziata che si aggirano intorno al 70%, i 6 comuni lucani hanno meritato la giusta ribalta come Comuni RICICLONI 2013, oltre ad avere per 2 di questi (Oppido Lucano e Genzano di Lucania) il riconoscimento speciale di Comuni RIFIUTI FREE.

C’è viva soddisfazione per il riconoscimento ottenuto, che va condiviso con le altre comunità di Acerenza, Cancellara, Tolve, San Chirico Nuovo i quali pur non essendo stati premiati, fanno parte di un sistema comprensoriale di raccolta con sistema Porta a Porta, voluto e avviato 2 anni fa sotto la regia ed il coordinamento della dismessa Comunità Montana Alto Bradano, cui và, nella persona del Presidente Antonio Anatrone un vivo ringraziamento. La scelta, condivisa dai sindaci dei 10 Comuni che fanno parte del sistema di raccolta, si è dunque rivelata vincente alla luce del recente riconoscimento e delle percentuali di raccolta differenziata, che a livello comprensoriale, superano abbondantemente il 65%, quindi oltre gli obiettivi minimi previsti dalla legge nazionale. Inoltre la scelta vincente di consorziare più Comuni intorno ad un unico servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, premiata anchessa da Legambiente con la menzione nella sezione CENTO DI QUESTI CONSORZI, costituisce per ora a livello lucano lunica esperienza ed anche best practice cui lintero territorio della Basilicata dovrebbe ispirarsi. E indubbio che se 30.000 lucani (questo è il numero degli abitanti dei 10 Comuni consorziati), ovvero circa il 6% dellintera popolazione, ce lhanno fatta, allora ce la può fare lintera regione. E auspicabile dunque che la Regione Basilicata, cui va un plauso per avere già contribuito economicamente allavvio del sistema altobradanico, possa per il futuro promuovere con forza ulteriori progetti consortili di successo sulla scorta della nostra esperienza.

 

Il Sindaco di Oppido Lucano

Antonietta Fidanza

Letto 1922 volte Ultima modifica il Lunedì, 15 Luglio 2013 07:57